SONO FUORI

Storie future di ex detenuti

il progetto

“Sono fuori” è un progetto giornalistico costituito da video interviste ad ex detenuti. Lo scopo è quello di raccontare e valorizzare i progetti della loro nuova vita, il loro riscatto sociale attuato attraverso idee concrete di ri-inserimento nel tessuto della collettività.

 

Una volta scontata la propria pena ed usciti dal carcere le prospettive non sono quasi mai positive.

I nostri personaggi, invece, ci parleranno dei loro progetti, di quello che stanno facendo o che vorrebbero fare. Professioni riprese dopo la pausa forzata, professioni imparate dentro gli istituti di pena e che cercano di portare avanti, o cose nuove che vorrebbero fare e stanno cercando di fare.

 

Nell’immaginario collettivo un ex detenuto, o è rifiutato o comunque ha molte difficoltà per il suo reinserimento, e quasi sempre non riesce a fare nulla. Qui invece vedremo delle persone che stanno realizzando le proprie ambizioni, i propri sogni.

Si stanno riscattando da soli senza l’aiuto di nessuno, in un modo quasi folle. Ecco perché il titolo “Sono fuori”; da un lato perché sono liberi e dall’altro perché sono “folli” nel realizzare le proprie ambizioni in modo autonomo.

“Sono fuori” è un progetto giornalistico costituito da video interviste ad ex detenuti. Lo scopo è quello di raccontare e valorizzare i progetti della loro nuova vita, il loro riscatto sociale attuato attraverso idee concrete di ri-inserimento nel tessuto della collettività.

 

Una volta scontata la propria pena ed usciti dal carcere le prospettive non sono quasi mai positive.

I nostri personaggi, invece, ci parleranno dei loro progetti, di quello che stanno facendo o che vorrebbero fare. Professioni riprese dopo la pausa forzata, professioni imparate dentro gli istituti di pena e che cercano di portare avanti, o cose nuove che vorrebbero fare e stanno cercando di fare.

 

Nell’immaginario collettivo un ex detenuto, o è rifiutato o comunque ha molte difficoltà per il suo reinserimento, e quasi sempre non riesce a fare nulla. Qui invece vedremo delle persone che stanno realizzando le proprie ambizioni, i propri sogni.

Si stanno riscattando da soli senza l’aiuto di nessuno, in un modo quasi folle. Ecco perché il titolo “Sono fuori”; da un lato perché sono liberi e dall’altro perché sono “folli” nel realizzare le proprie ambizioni in modo autonomo.

le interviste

Il primo esempio di questa serie di interviste è quella di Alessandro Meoli, fotografo professionista, che sta cercando ora di fare una mostra dei suoi scatti realizzata all’interno del carcere.